venerdì 9 novembre 2012

Bordura di riso con crema di carciofi ai grani del paradiso e menta, rosa di guanciale di cinta, croccante al formaggio di fossa e noci

Che ansia, che ansia, che ansia da prestazione....ecco perchè sono così in ritardo, domani scade il contest lanciato da #Food140 e Pepe Verde...e io arrivo per ultima a presentare la mia ricetta.

Vi ho già lungamente parlato dell'Ecofood Day che si è tenuto a Roma presso l'accademia di alta cucina Pepe Verde, ma non che in quell'occasione oltre alla firma della "Carta dei foodblogger" lo Chef Cesare Amato abbia tenuto una cooking class davvero interessante, durante la quale ci ha insegnato tre straordinarie ricette a base di riso.

Pentole in fermento...

Lo chef ai fornelli..

La bordura dello Chef Cesare Amato....

Deliziosa...


Ognuno di noi ha ricevuto una bag con del riso Baldo Superfino Riserva San Massimo e dell' olio extravergine di oliva alla menta della Fattoria San Sebastiano e una simpatica piantina grassa offerta da Idee di casa, il tema del contest lanciato per noi 20 foodblogger green, prevedeva di reinterpretare "La bordura di riso con crema di carciofi e lamelle di formaggio di fossa" proposta dallo chef ...bene la versione dello chef era così perfetta che cambiarla mi sembrava un'eresia, così ho pensato e ripensato e ho convenuto che la mia versione doveva rispecchiarmi a pieno, doveva esserci tutto il mio possibile, doveva racchiudere i miei gusti fino in fondo....

Ho preparato una bordura di riso che si può definire "Egoistic version", io che sono vegetariana nei gusti (e non nella vita), io che amo il gioco di consistenze, per me che la perfezione e l'equilibrio di un piatto sono i fattori swaf, spoof, crunch...in termini tecnici per il mio personalissimo gusto mi appago quando affondando la forchetta o il cucchiaio in una pietanza  incontro la morbidezza, la consistenza e la croccantezza...proprio da qui nasce la mia interpretazione...





Per 4 mini bordure:
350gr di riso Baldo Superfino Riserva San Massimo
8 cucchiai di olio extravergine di oliva
5 carciofi
1 scalogno
1 litro di brodo vegetale
10 grani del paradiso
10 foglioline di menta
1 spicchio d'aglio
1 bicchiere di vino bianco
3 cucchiai di olio extravergine di oliva alla menta Fattoria San Sebastiano
100gr di parmigiano reggiano grattugiato
30gr di burro
sale qb

In una pentola ho fatto imbiondire lo scalogno in 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, vi ho aggiunto il riso e l'ho lasciato tostare per qualche minuto, ho sfumato con il vino bianco, ho lasciato che evaporasse e ho aggiunto qualche mestolo di brodo caldo. Nel frattempo in una padella ho soffritto l'aglio in 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, ho versato i cuori dei carciofi tagliati a julienne, ho lasciato cuocere a fuoco medio per qualche minuto, ho salato, ho aggiunto qualche mestolo di brodo per continuare la cottura. Ho poi versato metà dei carciofi nel riso che continuava a cuocere, aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo, ho salato.
Ho frullato la metà rimasta dei carciofi con i grani del paradiso, le foglioline di menta e un mestolo di brodo, fino a che diventassero una crema.
Ho spento il riso qualche minuto prima della cottura consigliata, l'ho mantecato con il burro, il parmigiano, e l'olio alla menta, l'ho versato su di una pirofila di acciaio, l'ho steso per bene con una spatola per bloccarne la cottura.

Per il croccante al formaggio di fossa e noci:
200gr di grissini
100gr di formaggio di fossa grattugiato
10 noci
100gr di burro sciolto

Ho frullato grossolanamente i grissini con il formaggio di fossa e le noci, ho versato il composto in una ciotola, vi ho versato il burro sciolto, ho mescolato per bene e ho posizionato il composto sulla base di 4 coppapasta, pressandolo bene con l'aiuto di un cucchiaio.


Per la composizione del piatto:
In ogni coppapasta che alla base aveva il croccante, ho versato il riso ormai freddo, l'ho pressato bene con le mani e l'ho cosparso con del pan grattato. Ho infornato i tortini a 180° per ca. 8 minuti.

Per la decorazione
4 fette di guanciale di cinta
50gr di parmigiano grattugiato
4 ciuffetti di menta
granella di noci

In una padella antiaderente ben calda ho posizionato le fette di guanciale, le ho lasciate cuocere finchè diventassero croccanti, quando erano ancora calde ne ho formato una rosa.
Con il parmigiano ho formato 4 cialdine a forma di  ventaglio in questo modo:
 Ho posizionato sulla carta da forno i ventagli di parmigiano, li ho messi nel forno a microonde a 750w per un minuto e mezzo.

Ho servito le bordure con della crema di carciofi come topping, un fiore di guanciale (per chi è vegetariano può toglierlo), un ventaglio di parmigiano, della granella di noci, un ciuffetto di menta e qualche goccia di olio alla menta.

Ormai non posso più farne a meno...lei è una compagna di viaggio, una buongustaia, un portafortuna...la riconoscete?


Curiosità....
Qualche segreto dello Chef:
  • Non salare mai il brodo vegetale
  • Il riso dopo la tostatura può essere conservato per poi riprenderne la cottura in un secondo momento
  • La mantecatura del riso si fa sempre a fiamma spenta
  • Le verdure vanno bollite in una pentola con acqua fredda non salata,per mantene il colore brillante delle verdure bisogna immergerle in acqua ghiacciata subito dopo la cottura


Fra qualche giorno sarà possibile votare le nostre ricette sulla pagina Facebook di Pepe Verde ....votatemi in tanti vi prego!!!
Grazie grazie grazieeee!

Con questa ricetta partecipo al contest di #Food140 e Pepe Verde



Vi ricordo di partecipare a "Cucinando Curiosando"....mandatemi tante ricette curiose entro il 17 Novembre !


49 commenti:

  1. eddai, che ansia a parte la prestazione è stata grandissima!!!... ti voterei pure su facebook ma non ci sono...

    :*
    roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta,
      grazie mille per i complimenti e per essere passata...purtroppo si votrà solo via Fb....;((( Grazie mille lo stesso!
      Un bacio
      Paola

      Elimina
  2. Alla faccia dell'ansia!!!! Hai fatto una creazione incredibile!!! Mi piace quando parli delle varie consistenze vorrei essere brava come te!!!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Meringhina,
      ma tu sei bravissima ai fornello....dici a me che vorresti essere brava come me?????Noooo e a me capita lo stesso vedendo le te preparazioni!!!!
      Un bacio e grazie mille per i complimenti!

      Elimina
  3. lo sai che l'ansia mette carica ed adrenalina...quindi cara, se con il tuo stato d'animo sei riuscita a creare questa meraviglia....rimani sempre ansiosa per il resto della tua vita!!!
    mi hai fatto troppo ridere quando hai scritto...i fattori swaf, spoof, crunch....hai reso perfettamente l'idea di cio' che intendevi...!
    da parte mia ti faccio un grandissimo in bocca al lupo...o in culo alla balena (se te la senti!)...per me hai già vinto...la tua ricetta è assolutamente swaf, spoof, crunch!!!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura,
      grazie mille....dai spero mi porti fortuna...sei carinissima!
      Un bacio

      Elimina
  4. La ricetta fatta alla chef non si discute, ma la tua interpretazione è di tutto rispetto. In bocca al lupo per il concorso. Complimenti, in tutta sincerità sei bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna,
      grazie mille per i complimenti!
      Un bacio

      Elimina
  5. Tesoro, tu ormai sei una chef provetta, crei dei piatti fantastici! Io ti voglio vedere in un ristoranteeeee :D Lo chef ha preparato un piatto superlativo ma la tua interpretazione è a dir poco degna di nota! :) Immagino l'ansia ma stai tranquilla perché andrà benissimo, non ci sono proprio dubbi!!! :D Un grande in bocca al lupo amica mia! :D Ma non posso votarti al di fuori di Facebook? Un abbraccio forte forte, buon week end! Tvb :* P.s.: certo che ho riconosciuto l'apinaaaa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo Vale non dire questa parola...che gli chef mi prenderanno a bastonate...diciamo che sono una vera appassionata...Grazie mille milioni per i complimenti...Purtroppo non si può votare al di fuori di FB ;(((
      Un bacio

      Elimina
  6. Paola, la tua interpretazione è super come super sono tutte le ricette del tuo passato blog. Ti conosco da ieri ma credo di aver già scorso il 70% dei tuoi post... sono come le ciliegie: uno tira l'altro :)
    Ho una domanda da farti sulle tue bordure, per essere solo 4 mini porzioni non sono un po'abbondanti gli ingredienti? Forse le dosi sono per 4 bordure normali?
    Un bacino,
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina,
      grazie mille per i complimenti...Mi fa tanto piacere che ti piacciano le mie ricette!
      Hai ragione forse chiamarle mini bordure è davvero azzardato...ma mi è venuto così perchè quella dello chef era davvero grande...queste sono in porzione singola.
      Un bacio

      Elimina
  7. tesoro mio buona sera! nn parliamo di ansia da prestazione sai!! io proprio mi sono ammazzata per questa ricetta mannaggia! vedo che la tua rivisitazione è proprio una chicca, splendida, golosa e originalissima! mi piace molto questa versione monoporzione! sai sempre regalarci piatti super originali! ti mando un abbraccio grandissimo:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona,
      mi sono davvero scervellata...ho visto anche la tua versione che è deliziosa e meravigliosamente raccontata come sempre!
      Ti ringrazio tanto per i complimenti
      Un bacio

      Elimina
  8. dai.. quell'ansia e tensione sono le emozioni più spontanee in questo caso, saresti strana se fossi stata calma e pacifica!! no?!? eppure guarda che risultato hai ottenuto! bravissima.. a me piacciono le "mini".. ;-)
    troppo belle
    buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Luisa...l'ansia è necessaria!
      Grazie mille per i complimenti!
      un bacio

      Elimina
  9. davvero una ricetta e una presentazione favolose, l'apina poi anche lei buongustaia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Franca...eh si l'apina si abbuffa!

      Elimina
  10. Paoletta vai tranquilla sei bravissima lo sai e il piatto che hai confezionto ne è la prova,ma che ridere l'apina mi mancava giusto unpò non vederla....di sto passo però diventerà un mega calabrone cibato alla grande.....mangia al ristorante lui! hi hi hi
    baci grandi Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Ketty mi fai morire dal ridere...come sempre....diventerà un calabrone di sicuro! Grazie mille per i complimenti!
      Un bacio

      Elimina
  11. Ciccia... il piatto è bellissimo e presentato splendidamente!! In bocca al lupo per il contest (non so come sono le altre ricette, ma questa merita di vincere!!). un bascio!

    RispondiElimina
  12. è uno spettacolo la tua rivisitazione! :)

    RispondiElimina
  13. interpretazione da 110 e lode...l'ape si che è una intenditrice:)

    RispondiElimina
  14. Una interpretazione divina... Paola, sei magica ai fornelli!
    Ora vado a vedere l'amica Simo cosa ci ha proposto:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vaty,
      grazie mille...Simona è stata come al solito bravissima...non c'è paragone!
      Un bacio

      Elimina
  15. Posso dire la mia?!?!? SEI STATA PIU' BRAVA DELLO CHEF!!!!! Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariangela...troppo gentile e carina!!!
      Grazie mille!
      Un bacio

      Elimina
  16. Complimenti per la ricetta che anche l'apina ha voluto assaggiare e in bocca al lupo!!! ciaoooo

    RispondiElimina
  17. Mi sembra che la tua reinterpretazione sia favolosa....noto che è stata subito presa d'assalto!!!!!
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia...eh si l'apina non si smentisce mai!
      Un bacio e grazie mille

      Elimina
  18. in bocca al lupo per questa tua ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      crepi il lupo e grazie mille per essere passata....in bocca al lupo anche a te :)))
      Un bacio

      Elimina
  19. mamma mia che be blog e che belle ricette..se ti va passa da me ma niente da paragonare..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pippi,
      grazie per essere passata e per i complimenti!
      Passo subito a trovarti!
      Un bacio

      Elimina
  20. Molto interessante il gioco di consistenze! Brava

    RispondiElimina
  21. che delizia un piatto raffinatissimo e poi che presentazione complimenti

    RispondiElimina
  22. Ansia da prestazione TU???????????? Ma ti prego, se ogni volta che entri in cucina ne esci con un capolavoro, come in questo caso!!!!!!
    Bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani...sei un vero tesoro...dai un capolavoro no!!!!
      Un bacio

      Elimina
  23. Ciao Paola, passi un attimo da me? un bascio!

    RispondiElimina
  24. come mi ha consigliato la CuocaPa sono passata a trovarti!
    complimenti per questo meraviglioso piatto (adoro il riso), per il blog e ..per il premio ovviamente!
    a presto!

    RispondiElimina
  25. ho visto che organizzi un contest..vado a sbirciare ..e vedere se sono in grado..! ciaooo

    RispondiElimina
  26. Semplicemente fantastico!!!! da oggi ti seguo coin molto piacere!!!

    RispondiElimina
  27. Che bel piatto! davvero gustoso. Sei proprio brava, ti ho votato anche su fb. Se ti va vieni a fare un saltino da me ;)

    RispondiElimina

Grazie mille a tutti quelli che vorranno lasciare un consiglio, una critica o un semplice saluto!
Con affetto
Paola

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...